Grande Concorso 2016

La prima edizione!


Un concorso per comunicare la Scuola d'Arte del Castello


Come recita l'attacco del regolamento del concorso, la Scuola Superiore d'Arte Applicata del Castello Sforzesco di Milano è un'istituzione unica nel panorama delle scuole d'arte italiane... Tanto unica e ricca che non viene facile comunicare all'esterno la sua essenza, le sue peculiarità, le molte sfaccettature del suo lavorare sulla formazione artistica e, al tempo stesso, sulla formazione della persona tutta, attraverso l'arte.
Da sempre, dobbiamo al passaparola una parte importante dei nostri "contatti", perché nulla vale quanto l'entusiasmo di chi ha vissuto a fondo l'esperienza di questo luogo altro. Al Castello l'apprendimento passa attraverso il rapporto diretto con gli artisti stessi e col loro appassionato desiderio di condividere la pur faticosa gioia di fare arte, lo stimolante impegno a crescere, anche umanamente, facendo arte.
Così è agli allievi che abbiamo proposto di essere i testimoni di che cosa significa apprendere l'arte alla Scuola del Castello. Abbiamo chiesto loro di farlo attraverso le discipline artistiche che stanno apprendendo. In questo sito è possibile vedere i risultati di questo primissimo esperimento.

Leggi il regolamento

Tre categorie


immagini

Immagini

Immagini bidimensionali materiali o digitali: illustrazioni, grafiche, opere pittoriche, narrazioni per immagini (fumetti o animazioni), ecc.

oggetti

Oggetti

Opere d'arte tradizionali, installazioni, ecc.

parole

Parole

Narrazioni verbali, presentazioni, testimonianze (scritti o filmati), ecc.

Vincitori del Primo Concorso
Un manifesto per la Scuola del Castello


Le opere selezionate, oltre a essere presentate al pubblico su questa pagina del sito della Scuola, sono state messe in mostra in seno al Piccolo Festival delle Arti Applicate 2016. Nell'ultima serata del Piccolo Festival, sono stati proclamati i vincitori.

Nel giudicare ciascuna delle opere, i docenti del Castello hanno tenuto conto dei seguenti criteri:
– prima di tutto l'ADERENZA AL TEMA E IL VALORE COMUNICATIVO. Il senso del concorso sta esplicitamente nel "promuovere e far conoscere i valori espressi nel Manifesto della Scuola, pubblicati sulla homepage del sito", citando le prime righe del bando;
– e poi necessariamente, trattandosi di opere artistiche, l'ORIGINALITÀ e il VALORE ESTETICO degli elaborati.

Per la categoria PAROLE l'unica opera selezionata, il video di Cecilia Viglietti, vince il premio per avere pienamente corrisposto alle richieste del concorso.

Per la categoria IMMAGINI, si aggiudica il premio Giulia Ferla.

Per la categoria OGGETTI, nessuna delle opere selezionate raggiunge un sufficiente valore comunicativo, sicché i docenti deliberano di assegnare un premio minore (un corso breve pomeridiano a libera scelta per l'anno scolastico 2016-2017) a Laura De Gennaro per la qualità della sua opera.

Le opere


Cecilia Viglietti / PAROLE

Giulia Ferla / IMMAGINI

Laura De Gennaro / OGGETTI

Emilia Persenico / OGGETTI

Francesca Gorini / IMMAGINI

Giulia Invernizzi / IMMAGINI

Lidia De Rosa / IMMAGINI

Francesca Dainotto / OGGETTI

Lorenzo Benini / IMMAGINI

Marco Calvi / IMMAGINI

Sonia Bianco / OGGETTI